Condividi questo articolo

Autoproduzione

10 ricette di dentifricio fai da te

10 ricette di dentifricio fai da te

Il dentifricio fatto in casa è uno spignatto molto semplice e veloce da realizzare. Non ti devi però aspettare la consistenza del dentifrici tradizionali (alcuni dentifrici fai da te sono in polvere, altri in pasta, ma con una consistenza più liquida e grumosa), ma, una volta abituato a questo diverso tipo di prodotto, ne resterai sicuramente entusiasta. Madre natura ci offre tante preziose materie prime per ricette dentifrici adatti ad ogni esigenza della tua bocca: sbiancanti sui denti, lenitivi sulle gengive, rinfrescanti per l’alito, disinfettanti. Di seguito di presento diverse opzioni: scegli quella giusta per te.

Dentifricio sbiancante alle fragole

  • fragole schiacciate
  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio

Le fragole, grazie alla presenza di acido malico, esercitano sui denti un’azione sbiancante. Puoi realizzare un dentifricio alle fragole unendo le fragole schiacciate ad un cucchiaino di bicarbonato, che completa l’azione sbiancante del frutto. Non usare questo dentifricio tutti i giorni.

Dentifricio sbiancante al bicarbonato

  • 3 cucchiaini di salvia essiccata
  • 2 cucchiaini di menta essiccata
  • 3 cucchiaini di bicarbonato di sodio
  • 5 gocce di olio essenziale di eucalipto
  • glicerina

Il bicarbonato è un ottimo agente sbiancante per i denti. Esercita però un’azione abrasiva sullo smalto, quindi il dentifricio al bicarbonato andrebbe alternato ad un altro dentifricio dall’azione più delicata. Qui la sua azione viene potenziata dalla presenza della salvia, che già le nostre nonne usavano per sbiancare i denti.

Questa ricetta prevede l’impiego della glicerina, che permette di ottenere un composto liquido dalla consistenza simile a quella del dentifricio tradizionale. Se non riesci a procurartela, puoi tranquillamente ometterla e preparare un prodotto in polvere. Il procedimento è semplice: polverizza le foglie di salvia e di menta, uniscile al bicarbonato e versaci su la glicerina, mescolando tutto. Alla fine aggiungi le gocce di olio essenziale.

Dentifricio sbiancante all’argilla

  • 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio
  • 1 cucchiaio di argilla bianca
  • 5 gocce di olio essenziale di anice

Questa ricetta sfrutta il potere sbiancante dell’argilla, unito a quello del bicarbonato. Qualche goccia di olio essenziale di anice, ottimo disinfettante, contribuisce a donare al composto un sapore molto gradevole. Essendo presente il bicarbonato in grosse quantità, valgono le raccomandazioni di prima in merito ad un utilizzo occasionale di questo dentifricio.

Dentifricio rinfrescante menta e limone

  • 70 g di argilla bianca
  • 5 g di foglie di menta secca polverizzata
  • idrolato di menta
  • 30 gocce di olio essenziale di limone

Non c’è niente di meglio della menta per avere un alito fresco e una sensazione di pulizia della bocca. Il connubio col limone rende gradevolissimo il suo sapore. Allo stesso tempo il limone è un potente disinfettante naturale che elimina germi e batteri dal cavo orale. La menta è aggiunta in questa ricetta sia sotto forma di pianta polverizzata che sotto forma di idrolato. L’idrolato permette infatti di ottenere una pasta dentifricia, molto comoda da usare.

Per prepararlo unisci l’argilla alla menta polverizzata e versaci sopra l’idrolato. Mescola il composto e aggiungi l’olio essenziale di limone.

Dentifricio rinfrescante all’aloe vera

  • 4 cucchiai di gel d’aloe vera
  • 1 cucchiaino di argilla bianca
  • 4 gocce di olio essenziale di eucalipto

L’aloe vera ha straordinarie virtù. Oltre ad essere rinfrescante nella bocca, essa esercita anche un’azione lenitiva sulle gengive e disinfettante della bocca. Per realizzare questo dentifricio versa il gel d’aloe sull’argilla e infine aggiungi l’olio essenziale di eucalipto.

Dentifricio antibatterico ai chiodi di garofano

  • 1 cucchiaio di argilla bianca
  • 5 chiodi di garofano
  • 5 gocce di olio essenziale di anice

I chiodi di garofano, che in questa ricetta vanno polverizzati e mescolati con l’argilla, vengono da sempre impiegati come rimedio contro il mal di denti. Essi hanno proprietà antibatteriche e antisettiche e sono perfetti anche per aromatizzare questo dentifricio in polvere, insieme all’olio essenziale di anice, che va aggiunto alla polvere.

Dentifricio antibatterico al cocco

  • 2 cucchiai di olio di cocco
  • 3 cucchiai di bicarbonato di sodio

Utilizzare l’olio di cocco nelle ricette dentifrici ha un duplice vantaggio: permette di ottenere una pasta dalla consistenza cremosa (l’olio di cocco in inverno lo troviamo allo stato solido) ed esercita una potente azione antibatterica. Le virtù dell’olio di cocco nell’igiene orale erano già risapute (sbianca i denti e previene i sanguinamenti gengivali) ma studi recenti ne hanno dimostrato anche la capacità di prevenire e curare le infezioni. L’unico inconveniente è che quando le temperature salgono, l’olio di cocco si scioglie e non può essere più usato come dentifricio. Non serve però che in estate rinunci ad includerlo nella tua igiene orale quotidiana: lo puoi sempre usare per sciacquare la bocca, proprio come faresti col colluttorio.

Dentifricio antibatterico al neem

  • 1 bicchiere di olio di cocco
  • ¼ di bicchiere di argilla bianca
  • 10 gocce di olio di neem
  • 1 cucchiaino di olio essenziale di anice

Altro dentifricio in pasta realizzato con il preziosissimo olio di cocco. A questa ricetta però aggiungiamo anche l’olio di neem, potente antibatterico e antisettico naturale. Ma l’olio di neem esercita anche un’azione sbiancante e rimuove la placca, garantendo una perfetta igiene della bocca.  Per prepararlo versa i due oli sull’argilla, mescolando il composto. Infine aggiungi olio essenziale di anice.

Dentifricio disinfettante al sale

  • 1 cucchiaio di sale fino
  • 2 cucchiai di bicarbonato di sodio

Il sale è un disinfettante naturale. Unito al bicarbonato, ti permette di ottenere un dentifricio in polvere che non presenta problemi di conservazione. Il sale contiene molti minerali che rafforzano i denti e alleviano l’infiammazione delle gengive.

Dentifricio disinfettante all’acqua ossigenata

  • 1 cucchiaio di gel d’aloe vera
  • 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio
  • 5 gocce di acqua ossigenata

L’acqua ossigenata è un ottimo rimedio per disinfettare la bocca e causticare e facilitare la guarigione delle ferite. Il suo utilizzo frequente va però evitato perchè provoca sensibilità dentale e corrosione dello smalto. Usa quindi questo dentifricio non più di una volta a settimana. Nei rimedi casalinghi si è soliti usare l’acqua ossigenata a basso volume anche come agente sbiancante: la sua efficacia però è molto scarsa in questo senso perché l’azione sbiancante si verifica solo con l’acqua ossigenata ad alto volume, che non può essere assolutamente nei rimedi casalinghi per l’igiene orale.

Se non hai tempo per prepararti il dentifricio in casa o non vuoi rinunciare alla tradizionale pasta dentifricia, scegli un buon dentifricio bio. I tradizionali dentifrici infatti contengono spesso delle sostanze pericolose per l’uomo e per l’ambiente. Una di esse è il triclosan, potente agente disinfettante utilizzato in ambito medico: il triclosan, talvolta presente anche nei deodoranti, è un ingrediente su cui si discute molto recentemente perché pare che sia caratterizzato da un’elevata tossicità. Gli ingredienti contenuti nei dentifrici sono prevalentemente sintetici e poco compatibili col nostro organismo. Meglio scegliere un prodotto interamente naturale dato che ne esistono ormai per tutti i gusti e tutte le tasche.

Condividi questo articolo

Fotografo per passione e scrivo per il web per professione. Immagini e parole le uso per comunicare al mondo il mio mondo. Credo in uno stile di vita minimalista ed itinerante, perché la felicità è nella semplificazione e nella scoperta.

Lascia un commento

I campi richiesti sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

2 + 4 =


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.