Condividi questo articolo

Cellulosa e celluloide

5 film drammatici che non vorrai vedere di nuovo

5 film drammatici che non vorrai vedere di nuovo

Esistono film drammatici e film drammatici. Si tratta infatti di un’etichetta molto ampia. A volte vengono considerati drammatici film che non si sospettava potessero esserlo mentre altre volte l’associazione risulta subito evidente. Questo avviene soprattutto quando guardiamo film drammatici strappalacrime, commoventi e strazianti, che restano veramente impressi dentro di noi. Questi film sono talmente forti, che dopo averli visti ti rimane addosso una sensazione di fastidio che ti fa decidere di non rivederli più una seconda volta. A me è successo con i seguenti 5 film.

12 anni schiavo

 

Di film sulla schiavitù dei neri negli Stati Uniti ne ho visti tanti, ma nessuno così crudo e straziante come questo. Si tratta di una storia vera, quindi ancora più toccante. E’ anche la storia di una grande ingiustizia perché il protagonista non è uno schiavo per nascita, ma un uomo libero che viene rapito, privato della sua identità e venduto come schiavo nelle piantagioni del sud. Niente a che vedere con la schiavitù ovattata che siamo abituati a vedere in film come Via col vento, ma tutta la vera crudezza di un epoca che trattava alcune categorie di uomini alla stregua di animali.

Colpa delle stelle

 

La malattia è sempre un tema straziante. Quando poi questa interessa degli adolescenti, lo diventa ancora di più. Questo film, tratto dal romanzo che ha spopolato a livello mondiale, l’ho trovato disturbante. Non mi è piaciuta la storia, che ho trovato veramente inconsistente. Ma non è per questo che non lo rivedrei di nuovo, ma perché fa molto male al cuore quando la malattia e la morte colpisce delle persone giovani come i protagonisti.

21 grammi

 

Film bellissimo del premio oscar Iñarritu, 21 grammi è un film lento, con un montaggio irregolare, che ti porta avanti e indietro nella narrazione, creando un forte senso di destabilizzazione. Gli attori sono favolosi (Sean Penn, Naomi Watts e Benicio del Toro) e la storia estremamente straziante. E il racconto di tre vite disperate che si ritrovano drammaticamente incrociate dal caso. Questo film è sofferenza dall’inizio alla fine.

Million dollar baby

 

Altro film meraviglioso dal regista Clint Eastwood con la bravissima Ilary Swank, Million dollar baby non sembra da subito un film drammatico. Maggy, la protagonista, ha un sogno nel quale investe tutta la sua determinazione, riuscendo con la sua tenacia a realizzarlo. Quello che chi guarda il film non si aspetta è un improvviso e inaspettato cambio di registro: all’apice della realizzazione del suo sogno, la vita di Maggy precipita in un abisso di sofferenza e di dolore, dal quale solo la morte riesce a liberarla. Ti cade il mondo addosso e le lacrime scorrono a fiumi.

Sette anime

 

Un film bello ma profondamente disturbante quello di Gabriele Muccino con Will Smith. La storia del sacrificio estremo che un uomo impone a se stesso per espiare una colpa che non riesce a perdonarsi. L’estremo autolesionismo del protagonista, per quanto spinto da nobili intenti, da veramente fastidio a chi guarda questo film.

Condividi questo articolo

Fotografo per passione e scrivo per il web per professione. Immagini e parole le uso per comunicare al mondo il mio mondo. Credo in uno stile di vita minimalista ed itinerante, perché la felicità è nella semplificazione e nella scoperta.

Lascia un commento

I campi richiesti sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

3 + 8 =


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.