Condividi questo articolo

Stili di vita

5 suggerimenti per uno shopping minimalista ma modaiolo

5 suggerimenti per uno shopping minimalista ma modaiolo

Confesso: la moda mi piace. Non mi interessa quello che si vede sulle passerelle né scoprire quali sono i trend di stagione, ma mi piace vestire in maniera curata, seguendo il mio gusto e il mio stile personale. In pratica potrei essere una perfetta vittima dello shopping. A volte, lo riconosco, è dura resistere, ma non sarebbe giusto sperperare i miei soldi infischiandomene dell’ambiente. Per questo motivo mi sono data 5 regole per uno shopping minimalista che oggi voglio condividere con te.

Smettere di considerare lo shopping un hobby

Se vuoi approcciarti in maniera minimalista allo shopping la prima cosa che devi fare è cambiare la tua forma mentis. Considerare lo shopping un hobby non ti aiuterà ad avere un approccio più minimalista.

E’ una tendenza fortemente consumistica quella di passare il proprio tempo libero in giro per in negozi o rinchiusi nei centri commerciali, ma ci sono senza dubbi dei sistemi migliori per passare il tempo. Anche se vorresti solo andartene in giro a dare un’occhiata, la verità è che acquisti inutili ci scappano sempre.

Se ti stai annoiando, fai sport, leggi, studia una lingua, scrivi, disegna, insomma fai qualcosa di costruttivo ed utile per te stesso. Se i vestiti sono la tua ossessione, allora divertiti a creare nuovi abbinamenti con quello che hai nell’armadio oppure prendi lezioni di cucito o di uncinetto.

Disiscrivermi da tutte le newsletter di negozi online

Ricevere quotidianamente email con offerte è una tentazione troppo forte, a cui può risultare estremamente duro resistere. La scelta più saggia è quella di sradicare questa tentazione all’origine.

Lo shopping dovrebbe essere una cosa che facciamo dietro una scelta ben ponderata, decidendo autonomamente e senza influenze quello che vogliamo acquistare. Quando ci viene proposta un’offerta però abbiamo subito la sensazione di perdere un’occasione unica. La verità è che non perdiamo proprio niente se la ignoriamo.

Facendo pulizia nella tua email vai a semplificare anche la tua vita digitale, altro obiettivo minimalista che prima o poi si cerca di attuare.

Smetterla di comprare cose che già ho

Diretta conseguenza dell’acquistare senza coscienza di quello che si vuole comprare è ritrovarsi una serie di cloni nell’armadio. Ma di quante giacche e cappotti hai bisogno? Di quante paia di scarpe e borse?

I prezzi stracciati della moda al giorno d’oggi ci spingono a comprare sempre più cose di cui non abbiamo realmente bisogno. Tanto costa poco. Ma avere di più non ci rende la vita più facile, anzi il contrario. Abbiamo bisogno di tanto spazio e al mattino, quando dobbiamo vestirci, diventa complicato decidersi.

Non dico che bisogna avere un solo capo per tipologia. Se te la senti di fare così ben venga, ma c’è chi è appassionato di moda e non si accontenta di una sola opzione. Ma nemmeno bisogna arrivare alla situazione opposta, esagerando. Scegliere uno, ma anche due o tre capi in grado di adattarsi a tutto il nostro guardaroba. E’ questa la chiave.

Se poi ti stanchi di vedere sempre le stesse cose, lavora di fantasia: rinnova i tuoi abiti usando la creatività oppure pensando a nuovi abbinamenti.

Acquistare capi di qualità prodotti in modo etico

C’è sicuramente da spendere di più all’inizio, ma i vantaggi, anche economici, ci sono eccome. Capi di qualità durano nel tempo e si riesce ad ammortizzare la spesa sostenuta. Coi capi usa e getta invece si finisce con lo spendere infinitamente di più perché vanno frequentemente ricomprati.

I capi di qualità sono molto più piacevoli da indossare. E, con un occhio ai marchi etici, siamo anche sicuri che non c’è stato sfruttamento dietro la loro produzione.

E’ una buona idea puntare sulla qualità almeno per quanto riguarda i capi basici, quelli fondamentali da tenere in armadio come giacche, cappotti, scarpe, borse e jeans.

Cercare i negozi vintage e i mercatini dell’usato

Se non puoi permetterti la qualità, non è detto che tu debba rinunciarvi a favore del fast fashion. Anche perché, come ho detto, col fast fashion non si risparmia affatto dato che i capi vanno sostituiti molto più frequentemente. Per trovare la qualità a prezzi contenuti l’ideale è guardare al passato.

Oggi non c’è più la qualità di una volta. I capi li paghiamo poco e poco valgono. Ma non è sempre stato così. In passato i capi avevano una qualità superiore a quella odierna. Quindi puntare al vintage ci permette di spendere poco per capi di qualità.

Il vintage ha anche un altro vantaggio: ci offre la garanzia di essere veramente originali. La moda usa e getta tende ad omologarci tutti e non è piacevole trovarsi ad indossare le stesse cose dei nostri amici. E se ami seguire le mode, sappi che la moda è ciclica e che in un negozio vintage puoi tranquillamente trovare capi di grande attualità.

Condividi questo articolo

Fotografo per passione e scrivo per il web per professione. Immagini e parole le uso per comunicare al mondo il mio mondo. Credo in uno stile di vita minimalista ed itinerante, perché la felicità è nella semplificazione e nella scoperta.

Lascia un commento

I campi richiesti sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

9 + 4 =


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.