Condividi questo articolo

Viaggiare

5 viaggi da fare nella vita

viaggi da fare nella vita

L’elenco delle località nel mondo da visitare è sempre lunghissimo. Ma oltre a concentrarci sul dove, dovremmo anche pensare al come. I viaggi non sono tutti uguali e una stessa meta può essere vissuta in mille modi diversi a seconda dello scopo del nostro viaggio o del mezzo di trasporto che scegliamo. Personalmente ho in mente 5 viaggi da fare nella vita in cui la meta non è così importante quanto la modalità.

Viaggi da fare nella vita: il volontariato

Nei miei progetti di viaggi da fare nella vita c’è il volontariato in Africa. Certo, non serve andare dall’altra parte del mondo per aiutare chi ha bisogno. Il volontariato si può fare anche nel proprio paese. Meglio ancora se viene fatto nel proprio quotidiano, dando una mano a chi vediamo in difficoltà. Sono d’accordo su tutto, ma un’esperienza di volontariato in Africa credo sia diversa.

Io penso che fare volontariato in Africa sia un’esperienza che ti mette di fronte a delle sfide che non avresti modo di affrontare rimanendo nella tua zona di confort. Noi, figli della modernità e del consumismo, non possiamo nemmeno immaginare cosa significhi vivere una vita semplice, senza mille oggetti, spesso senza neanche cose che per noi risultano scontate (come l’elettricità o l’acqua corrente).

Per entrare in contatto con queste realtà un viaggio in Africa non penso sia sufficiente. Aderire ad un progetto di volontariato permette di conoscere veramente una parte di mondo che vive in maniera antitetica alla nostra. Sicuramente non è un’esperienza semplice, ma che tutti dovremmo fare almeno per un giorno perché senza dubbio sarebbe una lezione sul concetto di gratitudine.

Viaggi da fare nella vita: un cammino

Il cammino è un tipo di viaggio che mette a dura prova se stessi. Ci vuole molta resistenza fisica per affrontarlo. Oggi siamo tutti abbastanza sedentari e l’idea di camminare per giorni ci sembra un’impresa titanica. Eppure se ci pensiamo fino a pochi decenni fa le persone si spostavano frequentemente a piedi anche su lunghe e lunghissime distanze. Affrontare questo tipo di viaggio sicuramente ci fa tornare indietro nel tempo. Inoltre è una sfida alla nostra pigrizia.

Il più classico e conosciuto è il Cammino di Santiago. Avevo in programma di affrontarlo, ma poi ho cambiato idea. Perché non fare mia la lezione sulla gratitudine di cui parlavo prima e affrontare un cammino italiano come la via Francigena? Proveniamo da un paese splendido, eppure non facciamo altro che evidenziarne i lati negativi. Ho scoperto che in Italia ci sono cammini stupendi. Il problema è che non vengono sponsorizzati come il cammino di Santiago. Senza togliere nulla al Cammino di Santiago, ma perché dovremmo andare in Spagna per camminare quando il nostro paese offre esperienze altrettanto mozzafiato?

Viaggi da fare nella vita: esplorare una regione in bicicletta

Una variante del viaggio a piedi, ma con un poco più di velocità. Un viaggio che si può affrontare anche quando si dispone di un solo week end e che ti permette di visitare una determinata zona, vivendola veramente. Io immagino di attraversare la Provenza in bicicletta in primavera, perdermi nei vicoletti delle sue città medievali, lasciarmi inebriare dal profumo degli sterminati campi di lavanda. Tutto questo pedalando.

Un viaggio in bicicletta ha degli innegabili vantaggi pratici. Ci si sposta più rapidamente che camminando e si evita di dover rispettare gli orari dei mezzi pubblici. Si trova parcheggio ovunque gratuitamente, non si rischiano multe e si può arrivare anche nei posti più irraggiungibili. Inoltre, come anche camminare, è sano e ci permette di provare le specialità del posto, senza sentirci in colpa per la linea.

Viaggi da fare nella vita: l’Interrail

Il treno è il mezzo di trasporto più romantico. L’aereo è veloce, ma ti porta da un punto A ad un punto B chiuso in una scatola volante. L’auto è veloce quanto il treno, ma se devi guidare è una noia. Se non devi guidare e puoi goderti il paesaggio, il più delle volte non vedrai nulla di interessante perché il paesaggio dall’autostrada non è mai bello. Dal treno vedi il mondo che ti scorre davanti. Potresti passare tutto il tempo a guardare fuori dal finestrino, senza annoiarti mai. E se viaggi di notte, puoi dormire mentre lui ti porta a destinazione. Il treno è anche più comodo, perché i sedili sono spaziosi e puoi alzarti e passeggiare quanto ti pare.

Girare l’Europa in treno era fino a qualche anno fa un’esperienza per persone molto giovani. Terminati gli esami di maturità si saliva su un treno con un biglietto Interrail in mano. Se non facevi quell’esperienza all’età giusta, non la potevi fare più perché i treni in Europa non sono proprio economici. Oggi l’Interrail non ha più limiti di età, quindi non è mai troppo tardi per girare il vecchio continente in treno. Mi sembra una maniera fantastica per fare un viaggio itinerante in Europa, alla scoperta non solo delle grandi città servite da aeroporti ma anche dei piccoli centri.

Viaggi da fare nella vita: viaggio on the road

Il viaggio on the road è un altro classico. Salire in auto (a volte in moto) e andare, senza sapere dove ci porterà la strada. E’ un viaggio all’avventura, che non vuole pianificazione alcuna. L’unica certezza è la destinazione finale, ma non sappiamo nulla di quello che incontreremo lungo il cammino. Le decisioni vengono prese strada facendo, dettate dalle emozioni del momento. Un viaggio di questo tipo è libertà allo stato puro.

Un viaggio on the road secondo me ha senso se si attraversano paesaggi mozzafiato. Per questo opto per il più classico degli on the road, quello attraverso gli Stati Uniti. Altra alternativa valida può essere l’Australia. Non ha senso fare un on the road in Europa, su autostrade da cui si vede solo asfalto. Il paesaggio incontaminato è l’ingrediente indispensabile di un viaggio on the road perché ogni chilometro macinato regala emozioni uniche.

Condividi questo articolo

Fotografo per passione e scrivo per il web per professione. Immagini e parole le uso per comunicare al mondo il mio mondo. Credo in uno stile di vita minimalista ed itinerante, perché la felicità è nella semplificazione e nella scoperta.

Lascia un commento

I campi richiesti sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

3 + 2 =


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.