Condividi questo articolo

Lifestyle

8 consigli minimalisti per risparmiare

Consigli minimalisti per risparmiare

Iniziare a risparmiare è una cosa saggia. Ci garantisce la serenità economica perché sappiamo di poter contare su un tesoretto nei casi d’emergenza. Il denaro risparmiato può essere anche investito, e questo lo fa aumentare. Ma iniziare a risparmiare può non essere facile. Siamo abituati ad un certo stile di vita e magari non vogliamo rinunciarvi. Non mentirò dicendo che sia facile: qualche rinuncia bisogna pur farla. Ma se si riesce a cambiare il proprio modo di pensare, diventerà tutto naturale e per niente gravoso. Ecco quello che faccio io per risparmiare.

Controllare le entrate e le uscite

Non si può risparmiare se non si tiene sotto controllo il proprio denaro. Appuntare entrate e uscite serve a capire quanto denaro spendiamo rispetto a quello che guadagniamo e in quali aree investiamo di più. Analizzando questi dati, possiamo ottimizzare le nostre finanze, perché ci aiuta a capire se e dove possiamo effettuare dei tagli.

Registrare le entrate è le uscite può sembrare un’attività noiosa, ma ci sono delle app che permettono di farlo molto velocemente. Da circa un anno ho iniziato a registrare tutte le mie entrate ed uscite usando l’app Monefy, che è semplice e intuitiva. Prima conservavo gli scontrini e alla fine di ogni mese appuntavo tutto su un documento di testo, ma utilizzare questa app ha resto tutto più veloce e ordinato.

Eliminare le cose in eccesso

Possedere molte cose ci impedisce di risparmiare. Oltre a spendere soldi per comprarle, le cose che possediamo ci succhiano altri soldi per la loro gestione. Bisogna occuparsi della loro manutenzione, bisogna comprare i vari complementi, bisogna vivere in una casa più grande e più costosa per avere spazio a sufficienza in cui contenerle. Fare un po’ di decluttering, vendendo, donando o buttando via quello che non ci serve, ci permette di risparmiare.

Utilizzare oggetti multiuso

Se si utilizza la stessa cosa per coprire diverse necessità, si possono risparmiare molti soldi. Un esempio tipico è quello dello smartphone, che è un oggetto veramente multifunzione: funge da telefono, calcolatrice, navigatore, traduttore, dizionario, lettore di ebook, macchina fotografica, videocamera, visualizzatore video, agenda e molto altro ancora. Ma gli esempi potrebbero essere tanti: un sapone, che può essere usato per l’igiene personale e per lavare gli abiti o un olio, che può essere impiegato in cucina, ma anche in bagno per idratare la pelle e i capelli.

Noleggiare o prendere in prestito

Sono tante le cose che abbiamo in casa ma che utilizziamo solo sporadicamente. Magari si tratta anche di oggetti costosi, ma il loro uso è puramente occasionale. Per questi oggetti sarebbe il caso di valutare la possibilità di noleggiarli o chiederli in prestito all’occorrenza, piuttosto che comprarli. Un’altra possibilità è quella di comprarli in condivisione, dividendo la spesa e l’utilizzo con qualcun altro.

Vivere in una casa più piccola

A molti piace vivere in case grandi, ma dovremmo chiederci di quanto spazio abbiamo veramente bisogno. A cosa serve avere spazio in eccesso? Non solo siamo costretti a pagare di più per avere a disposizione più metri quadri, ma rischiamo anche di riempire gli spazi vuoti con oggetti che non ci servono, sperperando ulteriormente denaro. E poi penso che a nessuno piaccia pulire casa e quando questa è piccola si sbriga questa incombenza molto più rapidamente.

Rinunciare alla macchina

Usare i trasporti pubblici permette di risparmiare. Un abbonamento della metropolitana o degli autobus non costa certamente quanto la manutenzione di un’auto. Senza considerare che guidare in città può trasformarsi in un vero incubo. Inoltre viaggiando sui mezzi pubblici si può leggere o studiare mentre si viaggia. Altra alternativa è quella di andare in bicicletta o camminare, se il percorso da coprire lo permette. Si rimane in forma e si risparmiano anche i soldi dell’autobus.

Cucinare in casa

Il cibo preparato in casa non solo è più economico, ma è anche più sano. Sappiamo esattamente cosa c’è dentro e come l’abbiamo preparato, quindi non fa solo bene al nostro portafoglio, ma anche alla nostra salute. Mi rendono conto che per tante persone mangiare fuori è vista un’occasione sociale, ma non c’è motivo di rinunciare a incontrare i propri amici per questo. Un trucco può essere quello di mangiare in casa e di ordinare al ristorante solo una piccola cosa o qualcosa da bere.

Non comprare d’impulso

Comprare d’impulso è molto comune. Girando per i centri commerciali di domenica pomeriggio diventa inevitabile non comprare qualcosa che colpisce il nostro occhio. Il trucco è andare per negozi sempre con un preciso obiettivo in mente. Quando usciamo per comprare dobbiamo avere ben chiaro quello che ci serve veramente. E se qualcosa rapisce la nostra attenzione, diamoci un tempo prima di comprarla. Inserendola nella nostra wishlist,ci rendiamo conto col tempo se la vogliamo veramente o se si trattava solo di un impulso temporaneo. E la domenica pomeriggio è molto meglio andare in montagna.

Condividi questo articolo

Fotografo per passione e scrivo per il web per professione. Immagini e parole le uso per comunicare al mondo il mio mondo. Credo in uno stile di vita minimalista ed itinerante, perché la felicità è nella semplificazione e nella scoperta.

Lascia un commento

I campi richiesti sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

9 + 3 =


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.