Condividi questo articolo

Crescita personale

Bellezza e salute dei piedi in 7 mosse

Bellezza e salute dei piedi in 7 mosse

Il piede è una parte del corpo normalmente trascurata, anche se con l’arrivo della bella stagione, quando i sandali incominciano a fare capolino dalla nostra scarpiera, ci precipitiamo dall’estetista per cercare di rendere presentabile questa parte del corpo. Bisognerebbe prendersi cura dei propri piedi tutto l’anno perché si tratta di una parte del corpo molto importante, quella che da sola regge tutto il peso del nostro corpo, e trascurarla non è solo una questione estetica, ma può anche comportare diversi problemi a livello di salute.

Io amo prendermi cura dei miei piedi sia in estate che in inverno. In estate per ovvie ragioni: amo portare i sandali e l’idea di indossarli su un piede poco curato mi fa rabbrividire. Ma anche in inverno non mi piace essere in disordine da quelle parti. Magari non metto lo smalto, ma cerco sempre di eliminare le callosità e tagliare le unghie perché diversamente si possono avere problemi quando si indossano le scarpe. E poi può sempre capitare di doverli mettere in mostra anche in inverno, ad esempio in piscina, alla SPA o in palestra. Ecco allora i 7 consigli per piedi perfetti tutto l’anno, che io cerco quasi sempre di mettere in pratica.

Fare pediluvi frequenti

Rinchiusi nelle scarpe, senza ricambio di aria, i piedi tendono a sudare. Lavaggi frequenti sono necessari non solo per tenere lontano il cattivo odore, ma anche per evitare la proliferazione microbica. Un sapone neutro e più che sufficiente, ma se cerchi un sostituto più naturale prova a sciogliere nell’acqua sale o bicarbonato, che hanno un potere disinfettante. Dopo il lavaggio, asciuga bene i piedi, soprattutto nello spazio tra le dita: lasciare zone umide favorisce la proliferazione microbica. Dopo il lavaggio puoi usare un talco che, grazie alle sue virtù assorbenti, limita la sudorazione.

Fare regolarmente lo scrub

Hai presente quando non curi i tuoi piedi da mesi (ad esempio in inverno) e ti ritrovi con la pelle inspessita e ruvida? Questo può essere evitato con una manutenzione costante delle tue estremità. Quando fai il pediluvio, fallo sempre seguire da uno scrub. Eviterai di ritrovarti con i piedi in condizioni terribili. Fare uno scrub è semplice, ti basta unire del sale o dello zucchero ad un olio oppure alla tua crema idratante corpo. Massaggiare i piedi è anche piacevole dopo una giornata in cui sono stati rinchiusi nelle scarpe (magari coi tacchi). Per rugosità più persistenti usa la pietra pomice. Se prendi l’abitudine di fare regolarmente lo scrub i tuoi piedi saranno più belli e morbidi tutto l’anno.

Idratare

Un altro sistema per mantenere i piedi morbidi è quello di applicare ogni sera una crema idratante. Se la usi su tutto il corpo perché trascurare i piedi? Sicuramente ne hanno più bisogno di altre zone del tuo corpo, dato che tendono più facilmente a diventare ruvidi. La scelta è veramente vasta: ci sono creme con principi attivi deodoranti, ammorbidenti, disinfettanti e rinfrescanti. A te decidere qual è quella giusta per le tue esigenze.

Tagliare regolarmente le unghie

Altro capitolo importante sono le unghie. Esse vanno accorciate regolarmente. Le unghie vanno tagliate in linea retta e successivamente limate. Evita di tagliarle lateralmente perché aumenta il rischio che si incarniscano o che si deformino. Evita di tagliare le cuticole perché potrebbero infettarsi o portare alla formazione di fastidiose pellicine, impossibili da eliminare. Spingile solo indietro con un bastoncino di legno.

Avvolgere i piedi in materiali naturali

I materiali sintetici non sono amici dei piedi. Scarpe e calze in materiali sintetici favoriscono la sudorazione. Da preferire sono i materiali naturali, come il cotone e la lana, evitando quando possibile le calze di lycra e le scarpe di gomma, che non lasciano respirare il piede. Calze e calzini vanno cambiate tutti i giorni e, se possibile, bisognerebbe evitare di usare le stesse scarpe per più giorni di seguito: una volta tolte è meglio lasciarle prendere aria e asciugarsi per un certo numero di ore prima di indossarle di nuovo.

Camminare scalzi, ma non nei luoghi pubblici

Quando ho vissuto a Londra vedevo regolarmente gente camminare scalza in piscina o negli spogliatoi della palestra. Questa abitudine sbagliatissima per fortuna non è diffusa in Italia. Camminare scalzi è importantissimo per la salute del piede, ma bisognerebbe farlo a casa, in un ambiente in cui si è sicuri di poter contare su un certo livello di pulizia e igiene. L’ideale sarebbe farlo su un prato oppure sulla spiaggia, per recuperare il contatto diretto con la natura. Luoghi come palestre, piscine, saune, ecc sono dei veri e propri ricettacoli di germi e batteri. Si tratta di luoghi umidi, dove i microbi possono proliferare indisturbati, malgrado le accortezze che i loro gestori possono avere a livello igienico. La regola numero uno è quindi quella di non dimenticare mai le ciabatte a casa quando ci si reca in questi posti.

Fare attenzione ai centri estetici

L’estetista dovrebbe sempre disinfettare e sterilizzare i propri strumenti dal momento che li utilizza su persone diverse che potrebbero anche essere affette da particolari patologie o infezioni. Come dal dentista o dal parrucchiere, accertati sempre delle condizioni igieniche del centro estetico dove intendi fare la pedicure.

L’ultima moda in fatto di pedicure è la fish pedicurecioè l’immersione dei piedi in vasche piene di pesci. Questa pratica ha ben poco di igienico perché, dato che le vasche sono popolate dai pesci, non è possibile disinfettarle adeguatamente. Questo tipo di pratica (in verità abbastanza efficace) attira inoltre molte persone affette da ipercheratosi, che può avere anche un’origine fungina.

Condividi questo articolo

Fotografo per passione e scrivo per il web per professione. Immagini e parole le uso per comunicare al mondo il mio mondo. Credo in uno stile di vita minimalista ed itinerante, perché la felicità è nella semplificazione e nella scoperta.

Lascia un commento

I campi richiesti sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

4 + 8 =


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.