Condividi questo articolo

Viaggiare

Cosa mangiare in Marocco se sei vegetariano

Cosa mangiare in Marocco se sei vegetariano

Quando viaggio provare la gastronomia locale non è quasi mai una delle mie priorità. Da vegetariana il più delle volte non sono interessata a provare i piatti della cucina etnica locale, spesso a base di pesce e carne. Ma ci sono dei paesi amici dei vegetariani, con una tradizione culinaria ricca di prodotti di origine vegetale. Il primo fra tutti è sicuramente l’India, dove prima o poi andrò, fosse anche solo per fare scorpacciate dei succulenti piatti della sua tradizionale cucina. Ma anche il Marocco non lascia assolutamente a digiuno gli amanti dei piatti vegetali, proponendo praticamente ovunque le varianti vegetariane dei piatti tipici della sua cucina.

In questo paese ho mangiato benissimo e in abbondanza, spendendo pochissimo. Un pranzo o una cena in un ristorante non turistico costava mediamente sui 5 €. Nei ristoranti turistici la cifra poteva arrivare a 10 €. In ogni caso consiglio i ristoranti frequentati dai locali perché la cucina è più genuina e autentica. Attenzione però: la cucina marocchina è altamente calorica. Fa largo uso di condimenti e zucchero. Questo la rende parecchio gustosa ma si rischia di tornare a casa con qualche chilo di troppo.

Ecco i piatti assolutamente da mangiare in Marocco se sei vegetariano.

Cous Cous

Il cous cous è un piatto tipico della cucina marocchina che è stato ormai sdoganato abbondantemente. Si trova infatti anche in Italia e in altri paesi europei e si può comprare tranquillamente al supermercato. E’ un piatto che si può preparare velocemente e che io consumo spesso quando ho poco tempo da dedicare ai fornelli. La ricetta marocchina però non è così tanto sbrigativa, richiede infatti una preparazione molto più lunga ed elaborata.

Il cous cous è una semola cotta a vapore nel tipico tegame di terracotta. Generalmente viene servito con carne di agnello e verdure insaporiti con spezie, ma praticamente ovunque è possibile richiedere anche la versione con sola verdura.

Tajine

Cosa mangiare in Marocco se sei vegetariano

Il termine fa riferimento al recipiente di terracotta in cui viene cucinato e servito. Anche questo piatto viene preparato normalmente con la carne. Ne esistono moltissime varianti che utilizzano diversi tipi di carne, accompagnati da verdure e conditi con spezie. Ovviamente c’è anche la versione di sole verdure, che è quella che ho provato io.  Nel ristorante in cui l’ho mangiato era talmente delizioso che ancora mi sto leccando i baffi.

Pane arabo con olio d’oliva

 

Non è un piatto con cui si può pasteggiare, anche se sinceramente ne avrei mangiato a quintali. Il pane in Marocco è delizioso in tutte le forme, così soffice, che si scioglie in bocca. Intingerlo nell’olio d’oliva poi è una vera chicca. In tutti i ristoranti ti portano una ciotolina con olio d’oliva. E si tratta dell’olio d’oliva più buono che io abbia mai assaggiato. Eppure con l’olio d’oliva italiano si può dire che sono abituata già ad una certa qualità. Pane ed olio costituiscono l’antipasto ideale e sono un’accoppiata vincente anche per la colazione.

I dolci marocchini

I dolci marocchini sono un’altra cosa buonissima. Fritti, zuccherosi, ma decisamente deliziosi. Il più tipico è la shekabia, una pasta ricca di spezie (zafferano, anice, cannella), lavorata a forma di fiore, fritta e immersa nel miele.

Tè alla menta

Il tè alla menta non si mangia ma è talmente un classico in Marocco che non è possibile ignorarlo. Nonostante il caldo, un ottimo tè caldo si beve sempre senza problemi. I marocchini lo consumano tantissimo e te lo offrono anche dappertutto (a me l’hanno offerto al mercato).

Non si tratta di un semplice tè con l’aggiunta di alcune foglie di menta. La preparazione del tè alla menta marocchino è un’autentica poesia. Se non si è esperti si può chiedere al barista o al cameriere di occuparsene e stare a guardarli mentre passano infinite volte il tè dalla teiera al bicchiere e viceversa. Alla fine aggiungono una zolletta intera di zucchero e il tè acquista un sapore dolcissimo. Ma il vero segreto della bontà di questo tè sono le foglie di menta, fortemente aromatiche.

Condividi questo articolo

Fotografo per passione e scrivo per il web per professione. Immagini e parole le uso per comunicare al mondo il mio mondo. Credo in uno stile di vita minimalista ed itinerante, perché la felicità è nella semplificazione e nella scoperta.

Lascia un commento

I campi richiesti sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

5 + 1 =


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.