Condividi questo articolo

Viaggiare

Cosa mettere nello zaino per escursioni giornaliere

Cosa mettere nello zaino per escursioni giornaliere

Le passeggiate in montagna: non c’è modo migliore di trascorrere le domeniche. Questa lezione l’ho appresa alle Canarie, dove i sentieri di montagna in cui praticare il trekking sono numerosissimi. Ho scoperto così il piacere di camminare nella natura.

Sin dall’inizio però ho avuto dubbi su cosa fosse necessario portare nello zaino per un’escursione giornaliera. Quando sei in montagna potresti avere bisogno di alcune cose a cui magari non avresti pensato. Allo stesso tempo però hai bisogno di mantenere lo zaino leggero, per evitare che diventi un’inutile zavorra sulle tue spalle. Con il tempo ho perfezionato sempre di più il mio zaino, rendendolo leggero ma efficiente.

Iniziamo dallo zaino

La prima cosa a cui pensare è proprio lo zaino in sé. Ci sono zaini e zaini e non tutti sono adatti. Inizialmente usavo un normale zaino, ma mi sono presto resa conto che facevo una grande fatica a portarmelo in giro. Poi ho comprato uno zaino Decathlon e le cose sono completamente cambiate.

Gli zaini pensati appositamente per il trekking, sono estremamente comodi. Grazie alle cinghie, riescono ad aderire perfettamente al corpo e non si muovono durante i movimenti. Diventano come il guscio della tartaruga e non sono di intralcio mentre si cammina. Inoltre il peso viene scaricato sia sulle spalle che sui fianchi, il che fa tutta la differenza perché ci si stanca molto meno.

Il modello che ho preso io è da 20 litri. E’ una dimensione ideale perché mi permette di portare tutto quello di cui ho bisogno per un trekking giornaliero, senza appesantirmi troppo. La capienza è sufficiente per una giornata fuori, infatti mi è capitato anche di usarlo a volte per dei brevi viaggi di qualche giorno. Si tratta di un modello abbastanza basico, di quelli che hanno solo l’apertura superiore e non si aprono come una valigia grazie a una cerniera. Questa cosa in effetti la trovo un po’ problematica perché per recuperare quello che si trova sul fondo bisogna tirare fuori tutto. A parte questo, sono felicissima della mia scelta.

Cosa mettere nello zaino

Una volta scelto lo zaino giusto, dobbiamo capire cosa metterci dentro. La prima cosa che non può assolutamente mancare è l’acqua. Purtroppo l’acqua pesa, ma non se ne può proprio fare a meno. Io porto sempre con me due borracce da 750 cl, che posiziono nelle due tasche laterali dello zaino. A meno che non pensiamo di fermarci a mangiare in qualche rifugio, dobbiamo portarci del cibo. Noci, semi e frutta secca sono nutrienti e poco ingombranti e dovremmo averli sempre con noi per gli snack, mentre per il pranzo vero e proprio possiamo optare per quello che più preferiamo, anche se la soluzione più pratica è costituita da panini e tramezzini.

Altra cosa importante è avere sempre con sé una mappa della zona. Diventa difficile orientarsi senza. Per alcuni cammini ben segnalati può essere sufficiente studiare il percorso prima della partenza, ma sarebbe comunque bene averne una nello zaino da usare in caso di necessità. Perdersi in montagna può essere un’esperienza veramente spiacevole.

Nello zaino mi piace portare con me una maglietta di ricambio. Quando si cammina molto, soprattutto nella stagione calda, si suda. Visto che non mi piace tenere addosso la maglietta bagnata, ne metto sempre una di ricambio nello zaino. Questo soprattutto quando indosso magliette di cotone, che sono più fastidiose da questo punto di vista. Sicuramente l’abbigliamento tecnico dà meno problemi e sarebbe da preferire, ma io lo uso poco. Altra cosa che non può mai mancare è una felpa o un pile, da indossare quando mi fermo e il mio corpo inizia a raffreddarsi.

Immancabile nello zaino è un poncho o una giacca antipioggia. In montagna il tempo può essere imprevedibile e bagnarsi sotto la pioggia, senza la possibilità di cambiarsi per molte ore, non è piacevole né salutare. Io porto sempre con me la giacca impermeabile, che occupa veramente poco spazio perché posso appallottolarla su se stessa, ma credo che il poncho sia una soluzione migliore per due motivi: copre anche le gambe e permette di proteggere dalla pioggia anche lo zaino. E’ vero che ci sono delle pellicole apposite per gli zaini, ma se si può usare un unico prodotto per due scopi è sicuramente meglio.

Per gli amanti della fotografia come me non può affatto mancare la reflex. Contribuisce molto ad appesantire lo zaino, ma per me è uno strumento irrinunciabile. Se si dispone di un’altra fotocamera più piccola e non si hanno grosse pretese fotografiche, consiglio di portarne una compatta. Camminare in montagna con una reflex al collo può risultare complicato e la fotocamera si potrebbe anche danneggiare. Una compatta o uno smartphone, da tenere in tasca, sono l’ideale.

Dobbiamo portare con noi un kit medico? Sarò sincera, non l’ho mai portato. Però una volta ho preso una storta mentre ero in montagna da sola e avrei tanto voluto averlo con me. In montagna può succedere di tutto e non abbiamo a portata di mano una farmacia, quindi avere con sé un piccolo kit medico è sicuramente una scelta sensata. Cosa dovrebbe contenere il kit medico? Ecco un elenco:

  • garze e bende
  • rotolo di cerotto
  • cerotti per le vesciche
  • ago e cotone idrofilo
  • forbici e pinzette
  • tagliaunghie e lima
  • disinfettante
  • guanti in lattice
  • gel igienizzante
  • pomata per le punture
  • pomata per le contusioni
  • pomata per le ustioni
  • coperta isotermica

Altre cose utili da portare sono gli occhiali da sole, un cappello o una bandana, una protezione solare, un burrocacao, un coltellino svizzero, una lanterna frontale, una bussola e un fischietto.

E tu cosa porti nel tuo zaino durante le tue escursioni in montagna?

Condividi questo articolo

Fotografo per passione e scrivo per il web per professione. Immagini e parole le uso per comunicare al mondo il mio mondo. Credo in uno stile di vita minimalista ed itinerante, perché la felicità è nella semplificazione e nella scoperta.

Lascia un commento

I campi richiesti sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

2 + 4 =


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.