Condividi questo articolo

Cellulosa e celluloide

Personaggi femminili dei film: i 20 che amo di più

Personaggi femminili dei film: i 20 che amo di più
Sono donne forti e determinate, che affrontano la vita con coraggio e non hanno paura di inseguire i loro sogni. Ma sono anche tenere, fragili, un po’ imbranate. In un cinema spesso dominato dai maschi, dove le eroine fanno loro semplicemente da spalla, ci sono pellicole che ci regalano anche personaggi femminili che lasciano il segno, incredibili figure femminili che non hanno nulla da invidiare ai protagonisti maschi.
Questi sono 20 personaggi femminili dei film che ho amato particolarmente, anche se la lista potrebbe essere molto più lunga.

Rebecca Sharp – La fiera della vanità

La splendida Reese Witherspoon è Rebecca (Becky) Sharp in La fiera della vanità, il film tratto dal classico di William Makepeace Thackeray. Rebecca è una donna forte, che non si spezza di fronte a nessuna difficoltà. Non importa cosa sia costretta a subire, lei riesce sempre a risollevarsi e, se serve, a reinventarsi. La sua forza è ancora più evidente in confronto alla debolezza della sua amica Amelia, non dotata del suo stesso spirito di sopravvivenza. Ma la Rebecca del film non è un’arrivista senza cuore come quella del romanzo: è capace anche di provare dei sentimenti, solo che non si lascia sopraffare da essi.

Josephine March – Piccole Donne

Chi non conosce Jo, il simpatico maschiaccio di Piccole Donne? Questo ruolo è stato coperto da molte attrici, e non ho potuto indicarne una sola perché esistono almeno due attrici che hanno interpretato egregiamente questo personaggio. La prima è stata June Allyson nel film del 1949; la secondo Wynona Ryder nella recente versione del 1994. Jo rappresenta un po’ l’antitesi della donna del suo tempo, una signorina non troppo per bene, con modi da maschio, una lingua che non riesce a tenere a freno e incurante del giudizio degli altri. Molto diversa dalle sue sorelle, soprattutto Meg ed Amy. Ma soprattutto Jo ha un cuore grandissimo e sarebbe disposta a fare di tutto per le sue sorelle e la sua famiglia.

Rossella O’ Hara – Via col vento

Hai idea di quando un attore resta per sempre legato ad un suo personaggio? Questo è il caso di Vivien Leigh. Questa attrice è e sarà per sempre Rossella O’Hara di Via col Vento. Cosa dire su questo personaggio, oltre che è divino. Una ragazzina ricca e viziata del sud, il cui unico pensiero sono le feste e i corteggiatori, si trova improvvisamente proiettata nella realtà della guerra e delle privazioni e del dolore che essa comporta. Rossella cresce rapidamente e diventa una donna fredda e determinata, decisa a diventare ricca. E ci riesce benissimo, apportando benessere anche a tutti i personaggi che le ruotano intorno e che dipendono da lei. Il suo cuore si scalda solo quando pensa al suo amore impossibile, Ashley, una passione che insegue per una vita intera, prima di rendersi conto che non era quello che sembrava essere.

Elisabeth Bennet – Orgoglio e pregiudizio

 
Nessuna attrice riesce ad essere Elisabeth Bennett come ci riesce Kiera Knightly. Per me questo personaggio letterario, nato dalla penna di Jane Austen, ha ormai il volto della talentuosa attrice britannica. I suoi occhi, grandi e intelligenti, sono proprio come quelli del personaggio letterario, come pure la sua bellezza poco convenzionale. Elisabeth Bennett è, come Jo March, una donna atipica per il suo tempo. Intelligente e arguta, riesce a fare breccia nel cuore dell’affascinante signor Darcy proprio in virtù di queste sue doti, spingendolo a superare impedimenti come la sua povertà e l’inadeguatezza della sua  famiglia.

Thelma Dickerson e Louise Sawyer – Thelma e Louise

La fuga di Thelma Dickerson (Geena Davis) e Louise Sawyer (Susan Sarandon) da una vita insoddisfacente e le loro avventure on the road si trasformano presto in una tragedia e in un viaggio senza ritorno. E’ vero che sono due, ma è come se fossero una persona sola. Così diverse, eppure così unite, Thelma e Louise, insieme fino alla fine, sono un vero e proprio manifesto della solidarietà femminile. Due personaggi indimenticabili, la svampita Thelma e la più razionale Louise ci ricordano che cos’è l’amicizia nel film più femminista di Hollywood.

Shoshanna Dreyfus – Bastardi senza gloria

Shoshanna Dreyfus, interpretata da Mélanie Laurent, è la classica eroina di Tarantino: letale e impavida, che non si ferma di fronte a nulla pur di ottenere la sua vendetta. Una ragazza ebrea che ha perso tutta la sua famiglia, sterminata dai nazisti, che mette in atto la sua spettacolare vendetta, riuscendo in quello in cui gli Ingloriosi Bastardi falliscono. La determinazione di una donna, che supera quella degli uomini.

Beatrix Kiddo – Kill Bill

Altra eroina di Tarantino, interpretata magistralmente da Uma Thurman. Una donna vendicativa e spietata contro i nemici, ma straordinariamente affettuosa con la sua bambina. Niente male per la donna più letale del mondo, esperta di combattimento e arti marziali e che, da sola, riesce ad uccidere centinaia dei suoi nemici. Di certo Beatrix non ha bisogno di un uomo al suo fianco per sentirsi completa.

Maggie Fitzgerald – Million Dollar Baby

Hilary Swank è Maggie Fitzgerald in Million dollar baby, una disadattata ragazza che insegue un grande sogno: quello di diventare una boxer professionista. Fisico mascolino, abiti sportivi e tanta determinazione: Maggie riesce a coronare il suo sogno, che però purtroppo si trasforma ben presto in tragedia. Ma anche nel momento più difficile della sua vita, la sua forza e il suo coraggio non l’abbandonano. Un personaggio che ti farà versare fiumi di lacrime, ma assolutamente indimenticabile.

Amelie Poulein – Il favoloso mondo di Amelie

Audrey Taotou è la fantastica Amelie Poulein. Amelie sembra una bambola, con il suo caschettino irregolare, i grandi occhi espressivi e il sorriso dolcissimo che nasconde una nota di amarezza. Amelie è un personaggio che scalda il cuore e che ti fa sentire subito in armonia con il mondo e con la gente con la sua visione quasi favolistica della vita.

Katniss Everdeen – Hunger Games

Chi non conosce Katniss Everdeen, l’impavida eroina dei 4 film sugli Hunger Games, interpretata dalla bravissima Jennifer Lawrence. Di fronte a lei gli uomini scompaiono, infatti, nonostante l’eroina abbia al suo fianco non solo uno, ma addirittura due compagni di avventura e aspiranti innamorati, non riusciamo quasi nemmeno a ricordare il loro volto per quanto risultano insulsi. Infatti la nostra Katniss, che è cresciuta in un ambiente difficile e che fin da piccola ha coltivato forza e coraggio, sa badare benissimo a se stessa e a volte si trova pure a dover fare da balia al maschietto di turno. Che tempi!

Beatrice Prior – Divergent

Forse meno conosciuta della collega Katniss, ma Beatrice Prior di Divergent e Insurgent (interpretata da Shailene Woodley) non ha nulla di meno dell’altra. Coraggio ne ha da vendere e, al contrario di Katniss, lei sceglie deliberatamente di schierarsi con i coraggiosi (la fazione degli Impavidi). Pur essendo stata educata fin dalla nascita ad essere una persona buona e pacifica, Beatrice tira fuori gli artigli e, dopo tante difficoltà e un durissimo lavoro su se stessa, riesce a diventare una vera combattente. Una prova che la determinazione paga.

Erin Brockovich – Erin Brockovich: forte come la verità

L’apparenza inganna. Julia Roberts nei panni di Erin Brockovich ce lo dimostra. Erin è una donna esuberante nell’aspetto, volgare e sboccata. Ma Erin è anche una madre single che cerca di non far mancare nulla ai suoi tre bambini (cure materiali e affetto). Quando si ritrova, per un caso più che fortuito, a lavorare in uno studio legale, sorprende tutti. Porta avanti una battaglia controuna grande azienda che ha contaminato le falde acquifere della zona con sostanze tossiche, provocando tumori e malattie nella popolazione locale. Erin, una donna senza cultura, riesce con la sua empatia e con un pizzico di sfrontatezza ad arrivare dove fior fiori di avvocati non riescono.

Bridget Jones – Il diario di Bridget Jones

Renée Zellweger interpreta la pasticciona Bridget Jones, la donna in cui tante riescono ad identificarsi. Trentenne senza un uomo, ma con degli amici che la adorano, dedita ad ogni vizio possibile (fumo, alcool e abbuffate di cibo spazzatura), con qualche chilo di troppo, contro cui lotta strenuamente, Bridget Jones rappresenta tutte le fisime delle donne moderne, emancipate, libere ma continuamente sotto pressione per le insistenze e l’invadenza dei familiari e degli amici “felicemente sposati” riguardo la loro condizione di single. Alzi la mano chi non si è sentita come Bridget almeno una volta. Ma tranquille, il principe azzurro è dietro l’angolo.

Miranda Priestley – Il diavolo veste Prada

La divina Maryl Streep diviene addirittura l’incarnazione del diavolo quando interpreta Miranda Priestley, la dispotica caporedattrice della rivista di moda Runway. Fantastica col suo sguardo glaciale, capace di incenerire chiunque finisce nel suo raggio visuale e capace di scannerizzare chi le sta di fronte alla ricerca di particolari da biasimare nel suo aspetto e abbigliamento. Miranda è infatti la regina del fashion, oltre che una dittatrice sul lavoro, dove piega chiunque (in particolare le sue due assistenti personali, Emily e Andy) ai suoi più strambi capricci. Un personaggio antipatico, ma che non si può fare a meno di apprezzare.

Lisa Rowe – Ragazze interrotte

 
Una delle migliori interpretazioni di Angelina Jolie è quella di Lisa Rowe in Ragazze Interrotte. Per questo personaggio troviamo una giovanissima, magrissima e insolitamente bionda Angelina, meno affascinante del solito, ma sicuramente molto più magnetica. Lisa è una sociopatica rinchiusa in un ospedale psichiatrico, dove, con la sua personalità esuberante, diviene il leader tra le ragazze dell’ospedale. Il suo personaggio riempie talmente la scena da offuscare perfino la protagonista, Wynona Ryder nel ruolo di Susanna Kaysen.

Heaster Prynne – La lettera scarlatta

Demi Moore è la coraggiosa Heaster Prynne ne La lettera scarlatta. Un film non certo degno di nota (anche perchè si discosta molto dal romanzo, molto più interessante del film) ma un personaggio femminile di questo calibro non poteva non essere citato. Mentre gli uomini sono stupidi, ignoranti e codardi, questa donna dimostra di avere una forza e una fierezza senza pari. Heaster ha avuto una bambina al di fuori del matrimonio e viene pertanto condannata a portare una lettera scarlatta sul petto, che la indica per sempre alla comunità come un’adultera, eppure conserva la sua dignità, convinta che un atto d’amore non possa essere considerato peccato agli occhi di Dio. Ma il coraggio di questa donna sta pure nel mantenere l’anonimato sull’identità del padre della bambina, un mezzo uomo che lascia a lei tutto il peso della condanna della comunità.

Holly Golightly – Colazione da Tiffany

Ecco un’altra attrice indissolubilmente legata al suo personaggio più famoso: Audrey Hepburn nei panni di Holly Golightly. E pensare che l’attrice ebbe difficoltà ad impersonare questo personaggio, così stravagante e diverso dalla sua personalità più tranquilla e pacata. Holly è svampita e originale, impeccabilmente elegante, cinica e amante della libertà. Prende la vita con leggerezza, ma solo apparentemente. Infatti ha alle spalle un passato di sofferenza e abbandono e la sua è solo una corazza che si è costruita per non soffrire.

Lisbeth Salander – Millenium

Rooney Mara nei panni di Lisbeth Salander è divina. Capelli in parte rapati, piercing ovunque, sopracciglia inesistenti e abbigliamento e modi mascolini contribuiscono a donare un aspetto insolito e a tratti inquietanti a questo personaggio. Anche le sue preferenze sessuali, che si rivolgono ugualmente agli uomini e alle donne, così come il suo lavoro, la rendono un ibrido tra l’uomo e la donna. Lisbeth è infatti uno dei migliori hacker che ci sono e con un computer tra le mani riesce a fare magie. Ha un passato difficile alle spalle e sembra molto fragile e indifesa, ma in realtà è una donna che sa il fatto suo e sa essere implacabile con chi le ha fatto del male.

April Wheeler – Revolutionary road

Kate Winslet nei panni di April Wheeler in Revolutionary road è una donna anticonformista, avventurosa e sognatrice, imprigionata in una vita ordinaria con un uomo che non ha saputo rispondere alle sue aspettative. Da l’impressione di essere una donna egoista e fredda perché non sente suo il ruolo di moglie e madre che la società impone ad ogni donna. In realtà, nonostante tutto, dimostra di avere un grande senso di responsabilità. Mi piace pensare che se fosse vissuta oggi, la sua storia avrebbe avuto un meno tragico epilogo.

Jane Hawking – La teoria del tutto

Felicity Jones interpreta ne La teoria del tutto Jane Hawking, moglie del fisico Stephen Hawking, condannato all’immobilità fin dalla giovinezza da una malattia degenerativa. Una donna coraggiosa, che non ha paura di fare suo un enorme fardello pur di stare con l’uomo che ama. Brutto il finale, nel film come nella realtà, dove lui la lascia per sposare la sua infermiera. Che dire: gli uomini non sanno cosa sia la gratitudine.

Condividi questo articolo

Fotografo per passione e scrivo per il web per professione. Immagini e parole le uso per comunicare al mondo il mio mondo. Credo in uno stile di vita minimalista ed itinerante, perché la felicità è nella semplificazione e nella scoperta.

2 Commenti

  1. Ipazia, in Agorà è per me il personaggio femminile più importante mai visto in un film. Agorà, tra l’altro, credo sia non solo il più bel film storico di sempre (per chi non l’avesse visto, leggete prima qui di cosa parla https://www.giornaledonna.com/agora/ e poi correte subito a vederlo) ma anche uno dei più riusciti degli ultimi 20 anni. E, viste le violenze che le donne ancora subiscono, è anche un film terribilmente attuale…

    Rispondi
  2. Sono d’accordo. E’ un bellissimo personaggio e magistralmente interpretato da Rachel Weisz.

    Rispondi

Lascia un commento

I campi richiesti sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

4 + 6 =


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.