Condividi questo articolo

Cellulosa e celluloide

2 romanzi di Stephen King da leggere assolutamente

2 romanzi di Stephen King da leggere assolutamente

Stephen King è uno scrittore statunitense molto prolifico. I romanzi da lui scritti non si possono più contare ed è abbastanza difficile decidere quali sono i migliori tra la sua vastissima produzione letteraria. In un’intervista di qualche anno fa lo scrittore rivelava quello da lui considerato il suo capolavoro, cioè  La storia di Lisey. Devo ammettere di non aver letto questo romanzo, quindi non sono in grado di dire se è veramente il migliore anche per me. Tra quelli che ho letto però ce ne sono due che mi sento assolutamente di consigliare a chi volesse leggere qualcosa di questo scrittore.

Nella sua vasta produzione letteraria, sono due i romanzi che più mi hanno lasciato il segno tra quelli che ho letto fino ad ora. Il primo corrisponde anche all’opera prima dell’autore, Carrie. Il romanzo ha una mole di pagine decisamente ridotta, cosa che non si può assolutamente dire della maggior parte dei romanzi dello scrittore.

Carrie è un’adolescente che vive con una madre estremamente bigotta e oppressiva. Quando scopre di avere straordinari potere telecinetici, scatena tutta la sua furia contro i compagni di scuola, che l’hanno umiliata e derisa per la sua ingenuità ed eccentricità. Un romanzo sicuramente molto attuale in questa epoca in cui si parla tanto di bullismo nelle scuole. La crudeltà dei compagni di scuola di Carrie, che la individuano come elemento debole e, per questo, la prendono di mira, fa emergere il lato peggiore di Carrie, dimostrando che i mostri possono solo generare altri mostri. Il romanzo fa anche riflettere sulle conseguenze di un’educazione troppo oppressiva, mettendo in luce la responsabilità dei genitori nelle azioni dei figli.

Il secondo romanzo di Stephen King che consiglio assolutamente di leggere è Misery, la cui atmosfera inquietante si trasforma veramente in un’esperienza letteraria unica. In questo romanzo ci sono i due personaggi meglio delineati dello scrittore, quelli che non riuscirai mai più a dimenticare.

Immagina di ritrovarti totalmente in balia di un pazzo, in un posto fuori dal mondo, e potrai capire quello che prova il protagonista di questo romanzo, Paul Sheldon. Paul è un romanziere di successo, che ha dato vita a Misery, un’eroina  romantica che è arrivato ad odiare con tutto se stesso, tanto da decidere di farla morire per dedicarsi alla stesura di opere di ben altro spessore. In seguito ad un incidente automobilistico ha però la sfortuna di cadere nelle mani di Annie Wilkes, la sua fan numero uno, la cui insulsa vita è allietata solo dalla lettura dei romanzi della serie di Misery. La donna, ex infermiera, lo raccoglie dalle lamiere della sua auto e lo porta a casa sua, un posto estremamente isolato dal resto del mondo. Paul, che non riesce a camminare in seguito all’incidente, si trova in totale balia di questa donna. Riesci ad immaginare cosa accadrà quando Annie scoprirà che la sua amata eroina è morta?

Molti romanzi di Stephen King li conosciamo grazie alle trasposizioni cinematografiche che ne sono state fatte, ormai vecchie di qualche decennio, ma spesso riproposte negli ultimi anni in versioni più aggiornate. Carrie e Misery non fanno eccezione, infatti sono stati proposti anche dal cinema, e anche il cinema, oltre che la penna dello scrittore,  è stato in grado di produrre degli autentici capolavori.

Carrie, lo sguardo di Satana  è il famosissimo e riuscitissimo film di Brian de Palma del 1976 tratto da questo primo romanzo di Stephen King. Recentemente ho scoperto che c’è anche una versione moderna del film con Chloë Grace Moretz e Julienne Moore.

L’imperdibile rivisitazione cinematografica di Misery invece risale al 1990 e si intitola Misery non deve morire. La terrificante infermiera Annie è interpretata da un’inquietante Kathy Bates, bravissima come sempre ma che in questo ruolo si è addirittura superata. Una interpretazione veramente da brivido.

Condividi questo articolo

Fotografo per passione e scrivo per il web per professione. Immagini e parole le uso per comunicare al mondo il mio mondo. Credo in uno stile di vita minimalista ed itinerante, perché la felicità è nella semplificazione e nella scoperta.

Lascia un commento

I campi richiesti sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

6 + 4 =


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.