Condividi questo articolo

Crescita personale

Pettinature estive: la mia esperienza con le treccine afro

Pettinature estive: la mia esperienza con le treccine afro

Quest’estate in spiaggia non ho resistito alla tentazione di cambiare look scegliendo le treccine afro. A farmele è stata una simpatica donna senegalese di nome Fatima che ho incontrato in spiaggia mentre ero in vacanza. Io ho capelli lunghi fino al sedere, quindi mi preoccupava un po’ il tempo che avrebbe richiesto l’intera operazione. Alla fine però mi sono lasciata convincere dalla voglia di cambiare radicalmente look e l’ho fatto.

Fare le treccine afro

Per coprire la mia testa di treccine sono dovuta rimanere per quasi due ore sotto i ferri. L’operazione non è stata particolarmente dolorosa (nonostante io abbia capelli ricci che si annodano facilmente) perché prima di iniziare li ho bagnati e spazzolati per bene, eliminando tutti i nodi. Ovviamente verso la fine si erano asciugati, complice il potente sole di luglio, quindi la realizzazione delle ultime trecce è risultata un poco dolorosa, ma niente di insopportabile in ogni caso. Le rare volte che vado dal parrucchiere mi massacra letteralmente, invece Fatima aveva un tocco molto delicato. Inoltre era munita di uno spruzzino con cui inumidiva le ciocche prima di pettinarle.

Forse sono stata fortunata, ma Fatima aveva veramente delle manine d’oro. Ho letto di ragazze che hanno avuto esperienze particolarmente dolorose con le treccine, mentre io non ho avuto affatto problemi. Non tiravano troppo e non ho sofferto nemmeno un giorno di mal di testa.

Vantaggi e svantaggi delle treccine afro

Il risultato finale mi ha soddisfatta particolarmente, eppure sono una ragazza che non si vede molto bene con i capelli legati e di solito preferisce lasciarli svolazzanti. Con l’abbronzatura piuttosto scura, sembravo anche io quasi un’africana.

Oltre all’aspetto estetico devo riconoscere che le treccine sono state una comodità assoluta per tutto il periodo in cui le ho portate. Il non dovermi prendere cura quotidianamente dei miei capelli è stato un notevole sollievo. Inoltre le ho trovate perfette in estate perché mi hanno evitato di soffrire il caldo sia di giorno che di notte. Mentre una coda svolazzante sulle spalle e sul collo risulta comunque soffocante, le treccine non danno alcun fastidio.

Lavare le treccine non è proprio facile e la prima volta che ho fatto lo shampoo mi è rimasto il prodotto sui capelli, non essendo riuscita a risciacquarlo via come si deve. Inoltre non trovo questa pettinatura adatta per il mare. Seppure comoda in quel frangente, può essere un po’ problematica perché i capelli non si asciugano facilmente. Al mare li si bagna anche più volte al giorno e lasciarli bagnati a lungo non è un bene. Diversamente mi sono trovata benissimo una volta tornata a casa. Qui facevo lo shampoo una volta a settimana, quindi il problema dei capelli umidi era solo occasionale.

Scigliere le treccine afro

Dopo venti giorni ho deciso di sciogliere le trecce. L’ho fatto un po’ a malincuore, ma era arrivato il momento. La pettinatura era ormai un po’ rovinata, con le trecce che avevano ormai perso aderenza alla testa, ma comunque ancora potevano andare. Il vero motivo per cui le ho sciolte è che si è fatta viva la forfora.

Non sono riuscita ad eliminare la forfora con lo shampoo, anzi, dopo lo shampoo ne avevo più di prima. Questa cosa è più che normale. La forfora, di cui normalmente non soffro, è un processo puramente fisiologico (quando non presente in maniera eccessiva) e consiste nello sfaldamento del cuoio capelluto. Ovunque sul nostro corpo la pelle si rinnova ogni mese circa, solo che sulla testa le scagliette di pelle che si staccano possono rimanere intrappolate nei capelli. Ovviamente in presenza di treccine rimangono proprio impigliate ed è impossibile rimuoverle con lo shampoo.

Un altro fenomeno che si è verificato mentre scioglievo le treccine e durante il successivo shampoo che ho fatto è stata una perdita abnorme di capelli. Ora so benissimo che questo fenomeno è normale, ma data la mole di capelli caduti era impossibile non impressionarsi. La caduta è normale perché quotidianamente perdiamo una certa quantità di capelli. Con le treccine ovviamente i capelli caduti restano intrappolati e vengono via solo una volta che le si scioglie.

Tirando le somme

Rifarei questa esperienza? Credo proprio di sì, anche se sicuramente non al mare. Potrebbe essere però una soluzione comoda quando si viaggia e si ha poco tempo/voglia/possibilità di prendersi cura dei propri capelli.

L’unica cosa che potrebbe farmi desistere è il tempo necessario per farle e poi disfarle. Io che non vado mai dal parrucchiere e che dedico trattamenti minimi ai miei capelli, trovo strano perdere tutto questo tempo per una pettinatura.

Le consiglio sicuramente anche se credo che sia importante che vengano eseguite da mani esperte. Forse non le consiglierei a chi ha i capelli fragili e sottili perché immagino che lo stress a cui vengono sottoposti sia eccessivo per questo tipo di capelli.

Hai mai fatto le treccine afro? Raccontami la tua esperienza.

Condividi questo articolo

Fotografo per passione e scrivo per il web per professione. Immagini e parole le uso per comunicare al mondo il mio mondo. Credo in uno stile di vita minimalista ed itinerante, perché la felicità è nella semplificazione e nella scoperta.

Lascia un commento

I campi richiesti sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

6 + 5 =


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.