Condividi questo articolo

Creatività

Autoproduzione: tutti i cosmetici che ti puoi fare in casa con semplici ingredienti

Autoproduzione tutti i cosmetici che ti puoi fare in casa con semplici ingredienti

Una volta ho letto da qualche parte che la bellezza è eliminare il superfluo. Togliere i peli, togliere i brufoli, togliere le cellule morte e i chili di troppo. Una volta tolto tutto quello che nasconde la nostra bellezza, non abbiamo bisogno di aggiungere nulla. Truccarci pesantemente oppure utilizzare mille prodotti di bellezza non ci migliorerebbe. Sono molto d’accordo con questo pensiero, soprattutto da quando ho scoperto la bellezza della semplicità. Se guardo le foto di qualche anno fa, con un make up pesante ad impasticciarmi la faccia, mi domando come riuscissi a vedermi bella.

Semplificare la routine di bellezza ci fa anche risparmiare tempo. Mi è capitato tante volte di perdermi tra i mille flaconcini che avevo in bagno. Finivo quasi sempre col non usarli affatto. Adesso punto sui prodotti multifunzione e, preferibilmente, preparati in casa. L’abitudine di realizzare cosmetici casalinghi si chiama spignattare ed è esplosa da qualche anno. Io mi ci sono dedicata in passato, per poi interrompere per un periodo. Adesso ci sto ritornando, ma secondo una modalità diversa.

Perché dovresti spignattare

Spignattare in realtà non mi aveva fatto risparmiare o sprecare meno. Mi lanciavo in creazioni complesse, seguendo le ricette delle influencer che trovavo in rete. Acquistavo montagne di materie prime dai nomi improbabili, che alla fine ho dovuto svendere o buttare. Poi sono passata ai prodotti ecobio già pronti. Ho avuto per un periodo un negozio, quindi usavo gli stessi prodotti che vendevo alle mie clienti. Adesso continuo ad usare quelli che mi sono rimasti invenduti, ma sto già organizzandomi per riprendere a spignattare. I prodotti bio infatti mi sembrano troppo costosi. E’ normale che sia così, essendo realizzati con materie prime da coltivazione biologica, ma dato che c’è un’alternativa più conveniente, perché non sfruttarla. Inoltre la cosa che non mi piace delle aziende bio è l’uso che fanno della plastica e degli imballaggi. Non potrebbero fare altrimenti, è vero, però in alcuni casi esagerano. Ci sono prodotti bio che hanno addirittura la doppia confezione (plastica + cartone).

Ho detto che la mia antica passione per lo spignatto non mi aveva fatto risparmiare, quindi come posso pensare che mi farebbe risparmiare ora? Perché ho intenzione di cambiare il mio approccio allo spignatto. Voglio adottare un approccio più minimalista e naturale. Non serve aggiungere mille ingredienti alle nostre composizioni per renderle più efficaci, spesso bastano pochi semplici ingredienti che, probabilmente, già abbiamo in casa.

Tutti i cosmetici che ti puoi fare in casa

Sono tanti i cosmetici che ti puoi fare in casa usando pochi semplici ingredienti. L’autoproduzione è un’attività molto gratificante, che ti permetterà di risparmiare e di inquinare meno.

Sapone e shampoo solido

La prima cosa che ci si può fare in casa è il sapone. Preparare il sapone richiede tre ingredienti di base: acqua, olio e soda caustica. Non si tratta di un’operazione semplice, né tanto meno immune da possibili incidenti (la soda caustica va maneggiata con cura), però una volta realizzata una buona quantità di sapone casalingo, si può stare tranquilli per mesi e mesi.

Il sapone è un prodotto praticissimo, molto più dei detergenti liquidi. Si può usare per tutto e si può portare in viaggio, trasportandolo nel bagaglio a mano.  Non prevede l’impiego di imballaggi che inquinano l’ambiente. Io spesso lo uso anche per lavare i capelli, anche se qualcuno potrebbe trovare che secca un po’ la chioma. Esistono comunque ricette per la preparazione dello shampoo solido, che altro non è che un sapone, addolcito con sostanze che si prendono cura dei capelli.

Deodorante

Un prodotto che è facile realizzare in casa è il deodorante. Il deodorante casalingo si presenta in differenti formule: si può fare in polvere, in spray oppure in crema. L’ingrediente principe è il bicarbonato di sodio. Lo si può mescolare all’amido di mais per ottenere un deodorante in polvere, oppure disperdere in acqua, per ottenere un deodorante spray. Quello in crema richiede una preparazione leggermente più complessa, che prevede anche l’uso di un burro vegetale. Alcune formule di deodorante autoprodotto prevedono l’impiego di allume di potassio, ma si tratta di una sostanza di cui ancora si ignorano gli effetti sul nostro organismo, quindi non mi sento di consigliarne l’uso.

Dentifricio

Tra i cosmetici che ti puoi fare in casa c’è poi senza dubbio il dentifricio. Esistono così tante varietà di dentifricio casalingo che si potrebbe sperimentare ogni volta una formula diversa. Il dentifricio casalingo può essere sia in polvere che in pasta. Gli ingredienti principali nella realizzazione del dentifricio sono l’argilla bianca o verde e il bicarbonato. Alcune formule prevedono anche l’utilizzo del sale. Ci si può poi sbizzarrire aggiungendo erbe aromatiche come salvia e menta oppure oli essenziali a piacere (io adoro quello di cannella, ma vanno bene anche menta, limone, tea tree, anice,ecc). Per realizzare un dentifricio cremoso, si può mescolare queste polveri a gel d’aloe o glicerina.

Burrocacao e rossetto

Un altro spignatto semplicissimo è il burrocacao. Servono tre ingredienti per realizzarlo: cera, olio e burro. Si scioglie tutto a bagnomaria e poi lo si versa nello stick o in un piccolo contenitore. A seconda delle quantità di materie prime, il burrocacao può risultare più o meno solido. Al composto si possono aggiungere anche oli essenziali per profumarlo e conferirgli specifiche proprietà. Con lo stesso procedimento si possono realizzare anche dei rossetti e lucidalabbra, basta aggiungere al composto dei pigmenti minerali colorati.

Profumo

Tra i i cosmetici che ti puoi fare in casa c’è anche il profumo. Si tratta di una ricetta estremamente semplice da realizzare, anche se il formato non è proprio quello classico. Io realizzo dei profumi usando come base un olio vegetale a cui aggiungo gocce di oli essenziali. Normalmente li inserisco in contenitori roll on e, all’occorrenza, li applico sui polsi e dietro le orecchie proprio come i profumi classici. Un’altra variante è il profumo solido, che si realizza utilizzando cere e burri al posto dell’olio. Li trovo comodissimi perché il formato ridotto mi consente di tenerli sempre con me in borsa.

Oli e unguenti

L’olio è il mio cosmetico preferito. Lo so che tecnicamente non è un cosmetico, però è un prodotto che ha mille usi cosmetici. Serve veramente per tutto. Con un olio si può idratare la pelle del viso e del corpo, si possono preparare impacchi per i capelli, ci si può struccare (e non resta nemmeno una traccia di make up) e si può addirittura usare come collutorio. Gli oli vengono ricavati da tantissime piante e ognuno presenta specifiche caratteristiche. Possono essere arricchiti con oli essenziali diversi a seconda dell’uso che ne dobbiamo fare, acquisendo particolari proprietà.

Gli unguenti sono diretti figli dell’olio. Si realizzano con l’oleolito, cioè un olio in cui è stata lasciata a macerare per un periodo una determinata pianta. L’olio acquista così le proprietà di quella pianta. Oltre all’oleolito, per realizzare un unguento ci vogliono cera e oli essenziali. In base a quello che si sceglie di incorporarvi, si possono ottenere unguenti antireumatici, lenitivi, decongestionanti, antifungini, antizanzare e di molti altri tipi ancora.

Condividi questo articolo

Fotografo per passione e scrivo per il web per professione. Immagini e parole le uso per comunicare al mondo il mio mondo. Credo in uno stile di vita minimalista ed itinerante, perché la felicità è nella semplificazione e nella scoperta.

Lascia un commento

I campi richiesti sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

4 + 2 =


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.