Condividi questo articolo

Viaggi

Viaggio fotografico a Sofia, in Bulgaria

Viaggio fotografico a Sofia, in Bulgaria

Iniziamo la visita di Sofia, capitale della Bulgaria, con la spettacolare cattedrale di Aleksandr Nevskij. Costruita nel XIX secolo, porta il nome di un principe russo dato che fu costruita per commemorare l’indipendenza della Bulgaria, ottenuto grazie all’aiuto dei russi.

Nei pressi della cattedrale si tiene ogni giorno un mercatino in cui è possibile ammirare anche queste bellissime icone realizzate a mano da artigiani locali.

La Rotonda di San Giorgio è una chiesa che presenta una peculiarità: è racchiusa all’interno di alcuni edifici. Questa posizione strategica fu pensata in epoca comunista per proteggere l’edificio.

Lo Ivan Vazov National Theater è il teatro più importante della città. Spesso nell’ampia piazza in cui è situato è possibile assistere a spettacoli di danze folcloristiche.

I resti dell’antica città romana di Serdika sono stati inglobati nella stazione della metropolitana. Di fronte è visibile la moschea, mentre l’imponente edificio sulla destra ospita lo ZUM, l’unico centro commerciale in cui durante il comunismo era possibile trovare ogni genere di articoli.

Sofia è da sempre una città tollerante dal punto di vista religioso. Ecco infatti che a distanza di pochi metri si trovano la chiesa di Sveta Nedelja, la moschea Banya Bashi e la sinagoga.

La statua di Santa Sofia, simbolo della città, racchiude degli errori clamorosi. Fu collocata nel 2001 dove sorgeva l’imponente statua di Lenin. Dedicata alla santa cristiana di cui la città porta il nome, presenta una serie di simboli pagani come la corona di alloro e il gufo.

Questo è l’ex edificio del Partito Comunista, che oggi ospita uffici amministrativi. Svetta imponente nel largo di Serdika, di fronte alla statua di Santa Sofia.

Sofia è ricca di acque termali e in città ci sono numerose fontane da cui è possibile attingere acqua calda e ricca di minerali.

Sfortunatamente non esistono bagni termali. Questo edificio ospitava gli storici bagni cittadini, ma oggi è diventato un museo.

Non mancano i mercati a Sofia, nemmeno quelli coperti, come il  Tsentrali Hali.

Vitosha Boulevard è il luogo ideale per fare shopping o bere qualcosa nei suoi numerosi bar. E’ sempre molto animato, soprattutto di sera. Il viale prende il nome dal monte Vitosha, la montagna ai piedi della quale si è sviluppata la città, che è ben visibile passeggiando per il viale.

Il quartiere di Opalchenska, a due passi dal centro, ci mostra un volto più autentico della città. E’ passeggiando per le sue vie che si avverte di più di trovarsi nell’Europa Orientale.

In questo quartiere si trova anche il Mercato delle Donne.

Condividi questo articolo

Fotografo per passione e scrivo per il web per professione. Immagini e parole le uso per comunicare al mondo il mio mondo. Credo in uno stile di vita minimalista ed itinerante, perché la felicità è nella semplificazione e nella scoperta.

Lascia un commento

I campi richiesti sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

4 + 5 =


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.